Consigli per Gestire i CAPELLI GRASSI

I capelli grassi sono difficili da gestire e curare, perché ogni prodotto potrebbe rivelarsi troppo pesante e rendere la chioma ancora più unta di quanto già lo è per natura. Ho passato anni a cercare di capire come trattarli e mantenerli sani con prodotti leggeri e ben formulati, e tutt’ora sono costantemente attenta a tutte le novità cosmetiche per trovare il prodotto top. Se avete i capelli grassi, uno dei vostri incubi peggiori sono certamente i lavaggi, che purtroppo sono sempre frequenti, ma anche mantenere la piega, trovare un balsamo o una maschera adeguati, donare volume e pienezza e contrastare la forfora sono tra i problemi più comuni legati a questa tipologia di capello.  In questo articolo ho cercato di racchiudere tutti i consigli raccolti nei miei anni di ricerca, aiutandovi anche a capire la causa che potrebbe scaturire l’eccessiva produzione di sebo sui vostri capelli. Buona lettura!

COME RICONOSCERE I CAPELLI GRASSI

Le caratteristiche associate ai capelli grassi, sono principalmente 5.

  1. Cute e lunghezze che si ungono facilmente;
  2. Presenza di forfora (non necessariamente);
  3. Capelli piatti e senza volume;
  4. Cattivo odore (non necessariamente);
  5. Difficoltà nel mantenere la piega

CAUSE SCATENANTI

Le cause che scatenano il problema sono elencate in 3 punti fondamentali.

  1. Adolescenza: Nel periodo della crescita, gli ormoni lavorano maggiormente, ed è probabile che tra i diversi problemi legati allo sviluppo, ci sia anche una produzione di sebo anomala. Se è questo il tuo caso, non temere. Nel giro di pochi anni si sistemerà tutto e riavrai i tuoi capelli normali;
  2. Genetica: La genetica gioca un ruolo fondamentale in ogni aspetto del nostro corpo, ed anche in questo caso, se hai i capelli grassi, potrebbe essere riconducibile ad un problema famigliare. Per scoprirlo non ti resta che vedere la tipologia di capello dei tuoi parenti più stretti, come genitori, fratelli, nonni e zii.
  3. Stress/Cattiva Alimentazione: Se stai affrontando un periodo della tua vita particolarmente difficile e pesante, come una gravidanza, la perdita del lavoro, un problema sentimentale, oppure hai abitudini alimentari poco sane, la causa dei tuoi capelli grassi potrebbe essere questa. Fai un’analisi dei tuoi comportamenti e cerca di capire se il tuo stile di vita è sano, o meno. Prova ad integrare più frutta, verdura ed acqua alla tua dieta, e vedrai che i tuoi capelli torneranno quelli di un tempo, senza troppe preoccupazioni.

I MIEI CONSIGLI

SHAMPOO

Non utilizzate shampoo specifici per capelli grassi, perché solitamente tendono a seccare troppo la cute, e così le ghiandole sembace produrranno una quantità ancora maggiore di sebo, per sopperire all’aridità lasciata da questi prodotti. Tuttavia questo è solo un consiglio basato sulla mia personale esperienza, quindi è sempre meglio provare entrambe le alternative, prima di scartarne una; Anche a me capita di trovare dei prodotti specifici per capelli grassi con cui mi trovo bene, anche se è abbastanza raro. Uno per eccellenza è lo shampoo Ekos per capelli grassi. 

Un’altra soluzione utile,  è quella di utilizzare degli shampoo a secco, in modo da riuscire a distanziare i lavaggi il più possibile. Ne esistono molti, ma assicuratevi sempre che le formulazioni siano accettabili.

Migliori shampoo per capelli grassi
Shampoo a secco Testanera

IL LAVAGGIO

Se credete che lavare il vostro capello in continuazione sia la soluzione migliore per arginare il problema, vi state sbagliando. Effettuare più di tre lavaggi a settimana rovinerà il vostro capello, rendendolo debole e sfibrato; In questo modo, oltre a privare la chioma delle sostanze costituenti della fibra capillare, come ad esempio la cheratina, andrete anche a favorire il formarsi di sebo e sporco sulla cute. Più lavate il capello, e più il capello richiederà di essere lavato: Se abituate la chioma ad essere lavata ogni giorno, non riuscirete più a rimediare e i vostri capelli si sporcheranno sempre più in fretta, costringendovi ad una routine! Cercate di mantenere una media di 3 lavaggi a settimana e ricorrete a piccoli trucchetti come la coda o lo shampoo a secco di cui abbiamo parlato sopra.

Un altro piccolo segreto che vi svelo per migliorare la situazione è il lavaggio inverso: Forse qualcuna di voi lo conosce già, e si tratta di un buon rimedio per mantenere la chioma più pulita ed evitare che si appesantisca. Il lavaggio inverso consiste, come dice la parola, nell’invertire il processo di lavaggio: Se il metodo convenzionale prevede di utilizzare prima lo shampoo e poi il balsamo, questa tecnica ribalta tutto e vuole che si inizi con l’ammorbidire la chioma attraverso il balsamo, purificandola in seguito con lo shampoo. È particolarmente adatto per i capelli grassi, ma è possibile effettuarlo su qualsiasi chioma, migliorando dosi e tempi di applicazione secondo le esigenze di ognuno. Ero un po’ restia a provare quando una ragazza me lo consiglió  sul mio gruppo Facebook, ma di recente ho iniziato a introdurre il lavaggio inverso come pratica normale e ormai non ne faccio più a meno.

HENNÈ

Le Hennè sono una valida soluzione a molti problemi, uno tra tutti, i capelli grassi e con forfora. Per approfondimenti su proprietà, benefici, uso ed applicazione vi lascio al post sul blog, che potete trovare qui. Vi ricordo inoltre che più frequentemente utilizzerete le Hennè, più migliorerà la situazione! 

GLI INGREDIENTI

Se avete i capelli grassi dovete fare molta attenzione alle formulazioni dei prodotti, specialmente di maschere e balsami. Alcuni ingredienti da evitare o usare con molta cautela sono gli oli ed i burri, come ad esempio il Burro di Karité, l’Olio di Mandorle Dolci e l’Olio di Argan. Non sono da demonizzare, ma va controllata specialmente la loro posizione nell’inci: Una maschera con Burro di Karité ed Olio di Argan tra le prime posizioni, è da evitare. Si può invece provare se sono presenti dalla metà in poi. Preferite prodotti con estratti di erbe, Argille, Limone, Ortica, Arancio ed Aloe Vera, che purificano la cute, o caffeina, in grado di stimolare la circolazione sanguigna.

Questi sono tutti i miei piccoli accorgimenti quotidiani per aiutarmi a convivere con i capelli grassi! Se ne conoscete altri condivideteli attraverso i commenti.

Annunci

17 thoughts on “Consigli per Gestire i CAPELLI GRASSI

  1. Aggiungi anche un’altra cosa: LA TEMPERATURA del peon! Anche quella, se utilizzata alta direttamente sulla cute, sovrastiamola le ghiandole sebacee. Sto provando da un po’ a far asciugare i capelli all’aria o, se proprio non ho tempo, con il phon a freddo. Il lavaggio dura quella giornata in più, che non è malissimo! 🙂
    Come shampoo secco invece avevo letto da qualche parte (ma non ricordo dove e devo indagare con più calma) che si poteva usare anche la farina di riso che assorbe il sebo e poi spazzolarla via dai capelli 🙂

    Mi piace

    1. Ciao Giulia, ho provato quello che dici, ma su di me non ha avuto effetto. Ho sperimentato sia sotto la doccia provando a cambiare temperatura dell’acqua, facendo l’ultimo risciacquo con acqua fredda, sia durante l’asciugatura alternando getti freddi e caldi. Non ha avuto alcun beneficio su di me, purtroppo. Per la farina di riso non ho mai provato,mi informerò. Ciao 😊

      Mi piace

      1. Ho anche provato un trattamento che mi avevano dato in farmacia della VitalPlus, a quei tempi avevo proprio la seborrea, perdevo capelli a non finire e un lavaggio durava a malapena un giorno e mezzo, era a base di oli naturali (non puri al 100% qualche schifezza c’era) però nel giro di tre mesi mi è passato tutto. Anche solo usando lo shampoo della linea che ha funzione anche antibatterica e disinfettante, per niente aggressivo 🙂
        Comunque è vero, i capelli grassi sono un macello per quanto riguarda la cura, come del resto anche la pelle dello stesso tipo.

        Mi piace

      2. Davvero? Mi sapresti dire di più su questi prodotti farmaceutici? Adesso i miei capelli durano puliti in media una giornata, poi devo fare la coda. Sono in una situazione disastrosa!!!! 😭

        Mi piace

      3. Sorry continuo: erano due olii; uno (SU) andava spamato solo sulla cute e tenuto otto ore e faceva uscire tutto il sebo e rendeva i capelli uno schifo…poi andavano lavati con lo shampoo (SL) a testa in giù poi una volta tamponati sulla cute andava messo il secondo (CU) che stimolava la crescita dei capelli. Tutto ciò accompagnato da integratori tipo bioscaline ma sempre vitalplus

        Mi piace

      4. Caspita ho dato un’occhiata in internet ed i prezzi sono molto alti!!! Magari ci farò un pensiero, perché ultimamente sono in una situazione disastrosa ancora più del solito, anche se per quanto mi riguarda c’è una forte componente genetica 😭 Grazie Giulia!!!

        Mi piace

  2. Mi permetto di fare una precisazione , lo shampoo inverso non serve a molto , a meno che non si usino maschere in grado di entrare in profondità come le fialette di sali minerali, il classico balsamo con il lavaggio viene totalmente rimosso. .. un buon trucco è applicare maschere e balsami solo su lunghezze e punte stando lontano dalla cute di almeno 5/10 cm.
    Legare spesso i capelli li fa sporcare maggiormente in quanto non fa respirare la cute.
    È meglio lavarli a giorni alternati con shampoo molto delicati adatti a lavaggi frequenti come olii shampoo e prodotti professionali piuttosto che lasciare il sebo in cute in quanto soffoca i bulbi.
    E per ultimo non usate MAI l’henne’ se avete i capelli tinti con qualsiasi altro prodotto o se avete intenzione di tingerli , purtroppo fanno “reazione” e potrebbero dare gravi conseguenze come colori strani , oltre che “bruciare” il capello stesso

    Mi piace

    1. Con i capelli grassi il balsamo deve essere applicato SOLO ED ESLUSIVAMENTE sulle punte e lunghezze, altrimenti dopo due ore vanno bene per condire l’insalata. Il lavaggio inverso è utile perché l’ultimo prodotto che applichi è lo shampoo, quindi qualcosa di sgrassante e detergente, non il balsamo che invece spesso appesantisce.

      Mi piace

      1. Però in questo modo il balsamo lo si lava via…sopratutto i prodotti non professionali non entrano nel capello ma si fermano esternamente. ..tanto vale non usarlo direttamente

        Mi piace

      2. Piuttosto credo che siano i prodotti professionali a non riuscire a penetrare bene nel capello. Come è ormai ben noto, le sostanze presenti nei cosmetici di salone creano delle pellicole sul capello, che impediscono a qualsiasi ingrediente nutriente di agire a fondo

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...